Teatro universitario 2019 : L’Attesa, di Beniamino Joppolo

Durante il festival di teatro che si è svolto a «La Fabrique», ho assistito alla prima rappresentazione della compagnia di  teatro Italiano «I Chiassossi», in italiano con sottotitoli. Hanno rivisitato L’Attesa, uno spettacolo di Beniamino Joppolo, (Patti, 31 luglio 1906 – Parigi, 2 ottobre 1963) un letterato, artista e drammaturgo italiano del XX secolo.
È uno spettacolo del 1960 che dura trenti minuti.  L’azione si svolge in un piccolo bar in un villaggio. Giacinto, Gelsomino, Rosa e Violetta entrano per aspettare che il meccanico ripari la lora macchina. La loro discussione gira intorno all’esistenza di Dio e dell’avvento della guerra principalmente.
Ho visto gli spettacoli in tedesco, in inglese e in italiano. Ogni spettacolo è differente a suo modo. L’Attesa per esempio ha lunghissimi momenti di silenzio ma quando stanno parlando è molto dinamico. Per me, durante questi momenti di silenzio si può riflettere sulle parole. Il mio momento preferito è quando sono a terra e all’improvviso salgono sul bar. Inoltre, è divertente.
So che questa compagnia si compone di tre italiani nativi, un argentino et due francesi che hanno lavorato sodo e molto seriamente.

Informazioni culturali

♣ L’Université de Bergame propose un camp d’été italo-français pour 9 étudiants italiens francophones de l’Université de Bergame et 9 étudiants français italophones de 1ère et 2ème années de langues, littératures et cultures étrangères. Ce projet aura lieu en Nouvelle Aquitaine – à Bordeaux et sur le bassin d’Arcachon – au mois de juillet prochain avec des visites culturelles, des ateliers en langue étrangère, des excursions, des activités sportives, etc…
https://encrypted-tbn0.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQqMwvbhbgijcMtHein4CiM4_gPJvshN2xS__li_QGjwZN8zujFyDjeknFjGwBordeauxArcachon-studentifrancesi

♥ Le festival «Printemps des Poètes Université» a eu lieu du lundi 25 au jeudi 29 mars entre 12h45 et 13h45 au CRL, avec des lectures de poèmes en une vingtaine de langues (VO et VF). Et aussi des lectures à la Médiathèque Grand M avec deux scènes ouvertes en soirée jeudi 28 mars de 17h à 19h (avec lecture déambulatoire depuis le CRL jusqu’à la Médiathèque Grand M). Un filmage de la manifestation (ainsi que de celle de 2014) est visible ici.

Presentazione del gruppo

Nous voilà, en quelques mots:

Ciao, sono Anaëlle : ho ventinove anni e vivo a Tolosa da diciannove. J’ai décidé de m’inscrire à l’université cette année après 10 ans dans le monde du travail. Studio l’inglese e l’italiano. Mi piace la letteratura inglese e mi  piacerebbe essere una professoressa d’inglese dopo i miei studi. À travers ce
blog, j’éspère vous faire voyager à travers l’italie et sa culture avec des photos et des interviews. J’ai déjà voyagé à Rome, Milan et Florence, j’ai également eut le plaisir de  passer une journée sur le lac de Côme, et je souhaite vous faire partager un peu de ces beaux voyages.

Sono Tania, una studentessa dell’isola de La Réunion nell’oceano indiano. Ho diciotto anni quindi sono molto giovane. Ho voluto partecipare alla vita di questo blog perché ciò mi permette di mettere in pratica i miei corsi d’Italiano. Sono al primo anno all’ università in LLCE. Studio l’inglese e l’italiano. Mi piacerebbe essere una professoressa della scuola primaria dopo i miei studi. Ho tre cactus che si chiamato Stanislas, Stanley e Stan. Non sono mai stata in Italia ma vorrei andarci.

Hey !
Moi c’est Eléa, c’est ma première année à la fac. Je participe à ce projet pour sa dimension d’ouverture. En effet, c’est ce qui m’intéresse ; la gestion d’un blog nous donne des responsabilités, cela nous permet de nous investir un peu plus dans la vie de l’université et de nous enrichir. Quoi de plus intéressant que de faire naître un projet et l’entretenir ?
Je suis en Licence LEA donc je peux apporter une touche d’actualité politique, économique et sociale italienne à notre blog d’italien (qui est ouvert à tous et toutes !)

Ciao a tutti,
Sono Ilénia . Essendo appassionata di letteratura, scrittura, viaggi e lingue, ho scelto di fare un LEA Inglese-Italiano. Molto legata all’Italia, che non è solo un bel paese ma anche un luogo speciale per me, è con un grande piacere che svolgo questa nuova avventura attraverso questo blog. Mi permetterà infatti di migliorare il mio italiano, di avere nuove conoscenze e di uscire di più della mia « zona di comfort », esplorando in un modo nuovo qualcosa che allo stesso tempo non mi è estranea. Spero di condividere insieme a voi un pezzo d’Italia.

La novella degli scacchi, di Stefan Zweig

Autrice: Luna Laboute

Il libro di cui voglio parlare oggi è « La novella degli scacchi » di Stefan Zweig. Quest’autore lo ha scritto tra 1938 e 1941 durante il suo esilio in Brasile. È stato pubblicato a titolo postumo nel 1943 da Exilverlag, une casa editrice specializzata negli autori esiliati.
È la storia di un uomo che fatto il viaggio tra New York e Buenos Aires su un transatlantico e che incontra il campione mondiale degli scacchi. Ma, tutta la bellezza di questa opera è che Zweig, il protagonista, ha un segreto: durante un anno è stato fatto prigioniero dai nazisti. L’unica cosa che lo ha fatto resistere agli interrogatori e alla tortura è la presenza di un libro di metodo sugli scacchi.
Nel corso di questo viaggio Zweig affronterà il campione mondiale al ritmo dei suoi flashback e farà amicizia con il narratore, che racconterà la sua storia e la sua incarcerazione.
Quello che mi piace di questo libro è, primo, il fatto che sia una storia vera, poi il fatto che Zweig scrive con un punto di vista molto filosofico ed osservatore degli altri. Penso che sia un’ode ai comportamenti umani ed al funzionamento della società incarnata nel gioco di scacchi.
Due anni dopo avere scritto questo libro, Zweig ha messo fine alla sua vita con sua moglie perché era traumatizzato dalla sua incarcerazione. Posso dire che usa una scrittura semplice, senza fronzoli ma con una voce particolare che sembra parlare a tutti e attraverso il mondo e il tempo.
Non ci sono molti dialoghi perché l’autore ha preferito privilegiare la narrazione ma gioca con la punteggiatura per creare delle frasi lunghe.
La scrittura è alternativamente veloce quando il narratore parla della carcerazione e lenta quando parla del viaggio. Usa molte figure retoriche per evitare le ripetizioni.
Per concludere, penso che questo libro sia perfetto per le persone alle quali non piace leggere perché è una piccola opera, molto interessante, scritta da un autore famoso che offre una scrittura delicata ed una storia fuori dal comune.

A proposito dell’autrice:

Buongiorno a tutti !

Mi chiamo Luna e studio l’italiano da quattro anni ! La letteratura è sempre stata una passione per me, anche quando ero una bambina. E oggi volevo condividere una scoperta letteraria con voi. Si tratta del « La novella degli scacchi » di Stefan Zweig, penso che molti di voi hanno gia ascoltato parlare di questo libro perché è il genere di opera che studiamo a scuola.
Mi auguro che questa piccola critica vi piaccia !

Buongiorno a tutti !

Nous avons l’honneur et le plaisir de vous accueillir au sein de ce blog. Nous espérons que vous y ferez un agréable voyage !

Laissez-nous vous présentez son essence.
Notre enseignante, Francesca Vinciguerra, a lancé l’idée de la création d’un blog du département d’italien sur la base du volontariat. Ce projet a été proposé aux élèves qui ont de l’italien dans leur cursus universitaire.
Après plusieurs réunions, nous nous sommes mis d’accord sur une certaine structure et des idées. En effet, nous avons trouvé sympathique l’idée de faire un blog bilingue : d’un côté, cela nous permet de nous exercer dans la pratique de la langue italienne et de l’autre, cela permet d’apporter un certain cachet à notre blog. Ainsi, les italophones tout comme les francophones pourront participer activement (on l’espère…) sur le site.

Vous y trouverez des itinéraires dans la péninsule, des histoires d’italiens avec qui on partage un bout de notre parcours à l’université, des critiques concernant la culture italienne dans la ville rose et nos lectures, et toute l’actualité italienne semaine par semaine.